28/09/10

Il gran premio della Corea ancora a rischio

L'esibizione della Red Bull sul circuito di Yeongam Il finale del mondiale 2010 di Formula 1 si prospetta molto avvincente, con ben 5 piloti racchiusi in 25 punti. Ogni punto conquistato sarà decisivo per vincere il titolo mondiale. Ufficialmente ci sono ancora in palio 404 punti; cioè 101 punti(dal primo al decimo) per ogni gran premio che resta da disputare, nell’ordine Giappone, Corea, Brasile e Emirati Arabi Uniti. I punti in palio però potrebbero diminuire per “colpa” del gran premio della Corea.

A meno di un mese dalla gara, il circuito di Yeongam non è ancora pronto. Molte infrastrutture non sono state completate e non è stato depositato l’ultimo strato di asfalto. All’inizio di settembre, il pilota indiano Karun Chandhok ha fatto qualche giro di pista al volante della Red Bull sul nuovo circuito coreano. In seguito si è scoperto che per permettere la presentazione era stato steso un manto provvisorio di asfalto.

Il 27 settembre, dovevano iniziare i lavori per depositare l’ultimo strato di asfalto. Al momento, non si sa se è stata effettuata questa operazione. L’unica cosa certa è che in questi giorni in Corea sta piovendo a dirotto. La cosa rende ancora più problematico la conclusione dei lavori. Il rischio è che il gran premio della Corea possa disputarsi in condizioni penose come avvenne nel gran premio del Belgio del 1985. In quella occasione, il caldo eccezionale faceva sciogliere l’asfalto nuovo rendendo la guida impossibile. Questa volta il problema sarà rappresentato dall’umidità.

Oggi(28 settembre), il delegato della FIA Charlie Whiting doveva recarsi a Yeongam oggi(28 settembre) per ispezionare il circuito. La “visita” è stata rinviata alla prossima settimana.

0 commenti: