15/11/10

Alonso se la prende con Petrov

Alonso dopo la gara di Abu Dhabi Dopo l’epilogo amaro e inatteso del mondiale di Formula 1 2010, tutti i media(e non solo) cercano il capro espiratorio di questa sconfitta non annunciata. Per i leghisti(non capiscono di politica figuriamoci di F1) il colpevole è il presidente della Ferrari Luca Cordero di Montezemolo. Per altri le responsabilità sono imputabili alle strategie del team. E Alonso?

Dopo aver tagliato il traguardo del gran premio di Abu Dhabi, il pilota spagnolo ha affiancato la Renault di Petrov e gli ha mostrato il pugno(video). Il pilota russo però non è stato a guardare e gli ha fatto capire che lui ha fatto la sua gara. Forse Alonso pretendeva che Petrov si facesse da parte come ha fatto Massa nel gran premio del Germania 2010. Peccato che il russo non corre per la Ferrari.

Il mondiale non è stato perso ieri, ma nei gran premi precedenti. Pesano gli errori di Alonso nelle prove libere del gran premio di Monaco e nel weekend in Belgio(assetto sbagliato e uscita in gara). Ma anche il team ha le sue colpe. Le strategie errate nelle qualifiche della Malesia e nelle gare di Valencia e Silverstone pesano come un macigno. La cosa che più dovrebbe far riflettere è che la Ferrari ha bloccato lo sviluppo della vettura 2009 per favorire il progetto 2010. Nonostante ciò, la F10 non è stata la vettura da battere…

0 commenti: