30/08/11

Lettera alla Ferrari. Prendi Hamilton o Raikkonen

Vettel suepra Alonso nel gran premio del Belgio 2011La Ferrari non vincerà il mondiale nemmeno quest’anno. Dopo il disastroso 2009, la scuderia di Maranello avevo disputato un ottimo 2010. Nel 2011 tutti i tifosi si aspettavano una battaglia ad armi pari con la Red Bull. Invece, la monoposto del team austriaco è stata nuovamente imprendibile per gli avversari.

La 150° Italia si è rivelata una monoposto che non fa andare in temperatura le gomme medie e dure della Pirelli. Il “problema” si è verificato per la prima volta in modo evidente nel gran premio di Spagna. In quell’occasione, Alonso era riuscito ad andare in testa alla partenza, ma poi dopo i cambi gomme è scivolato indietro. Alla fine, lo spagnolo concluse la gara in quinta posizione ad un giro di distacco dal vincitore Vettel.

La Ferrari aveva tempo per recuperare e rimediare al problema gomme. Invece, nel gran premio del Belgio la 150° Italia di Alonso ha perso di nuovo terreno quando ha girato con le mescole medie. Lo spagnolo ha perso il secondo posto e il podio per colpa delle gomme. Quasi certamente, la Ferrari avrà problemi anche nel gran premio d’Italia, perché la Pirelli porterà le stesse mescole del gran premio del Belgio.

Una domanda sorge spontanea, la Ferrari non è competitiva solo per colpa della macchina? La mia risposta è no. La scuderia di Maranello ha una coppia di piloti non all’altezza. Seguo la F1 dal 1989, quando in Ferrari c’erano Mansell e Berger, e non ho mai visto una coppia di piloti così squilibrata. Forse solo nel 1992 la Ferrari aveva una coppia simile.

Massa non è all’altezza di Alonso. Questo rende lo spagnolo meno veloce. Tutti sanno che avere un compagno di squadra veloce ti fa andare più forte. Purtroppo, il brasiliano non si è più ripreso dall’incidente avuto nelle prove del gran premio d’Ungheria 2009. Massa ha avuto due anni per esprimere il suo potenziale. Purtroppo, a parte la gara del 2010 in Germania, il brasiliano non ha mai lasciato il segno.

Per questo motivo consiglio alla Ferrari di puntare su un altro pilota già dal 2012. Per stimolare Alonso(che non è “il campione” ma “un campione”) ci vuole uno come Hamilton. Lo so, il pilota inglese costa molto, ma se vogliamo rivincere il mondiale costruttori c’è bisogno di un altro campione. Non mi dispiacerebbe nemmeno il ritorno di Kimi Raikkonen.

0 commenti: