28/12/11

I voti al mondiale 2011

Gran premio del Brasile 2011Il 2011 è ormai agli sgoccioli. Ancora poche ore e poi entreremo nel 2012. Quest’anno il mondiale di F1 è stato dominato dalla Red Bull di Sebastian Vettel. Le gomme Pirelli e il sistema DRS hanno reso le gare più divertenti. Per una volta non ci sono stati sbadigli durante i gran premi. In quest’ultimo post del 2011(a meno che imprevisti) voglio dare i voti ai principali protagonisti del campionato. Iniziamo la carrellata con il team e il pilota campione del mondo.

Red Bull: 10
Adrian Newey ha “sfornato” l’ennesimo capolavoro. La RB7 è stata la macchina più veloce. Non bastasse ciò, la vettura è stata anche affidabile. Il team ha gestito i due piloti senza creare tensioni come la scorsa stagione. Fin da subito si è capito che Webber sarebbe stato solo una seconda guida.

Sebastian Vettel: 10-
Nella prima parte della stagione il pilota tedesco ha vinto 7 gare su 9. In Estate aveva già il mondiale in tasca. Poi, dopo tre gare senza successi, Vettel è tornato a vincere nel gran premio del Belgio. Nelle restanti sette gare, il tedesco ne ha vinte quattro. Vettel ha concluso la stagione con 12 vittorie. Ha meritato il titolo.

Mark Webber: 7
Il pilota australiano è stata la vera delusione del campionato. Webber non ha mai tenuto il passo del compagno di squadra. Forse ha risentito del titolo perso all’ultima gara nello scorso campionato. Sarebbe da 6, ma gli dò un voto in più perché ci ha “regalato” tanti sorpassi.

McLaren: 8
La scuderia inglese si è confermata la seconda forza del mondiale. La monoposto non era a livello della Red Bull. Nonostante ciò, la McLaren ha ottenuto sei successi. Ad un certo punto della stagione sembrava quasi che Button e Hamilton potessero rientrare in lotta per il titolo piloti, ma dopo l’estate Vettel è ritornato a fare lo schiacciasassi.

Lewis Hamilton: 7
Il pilota inglese ha commesso troppi errori. Ha vinto tre volte. Nonostante ciò, Hamilton ha disputato la sua peggior stagione in Formula 1. Per la prima volta finisce dietro il proprio compagno di squadra in campionato. Nemmeno Alonso ci è riuscito nel 2007.

Jenson Button: 10
E’ la vera sorpresa del campionato. Dopo un inizio in ombra, il pilota inglese è venuto fuori alla grande durante l’estate con ben due successi(Canada e Ungheria). Button ha surclassato Hamilton per buona parte del campionato. Ottiene il titolo di vice campione meritatamente.

Ferrari: 6+
La vera delusione del mondiale 2011. Durante i test invernali si pensava che avesse “sfornato” una monoposto da urlo. Invece, la F150 Italia è stata una delle macchine meno riuscite degli ultimi dieci anni. Per tutta la stagione Alonso e Massa hanno sofferto le gomme medium e hard. I tecnici non sono riusciti a risolvere il problema. C’è però una nota lieta. Quest’anno hanno funzionato le strategie ai box.

Fernando Alonso: 7+
Il pilota spagnolo ha ottenuto una vittoria e diversi piazzamenti sul podio. L’unico successo è stato ottenuto in Gran Bretagna, quando la Red Bull ha corso con la limitazione agli scarichi soffiati. I piazzamenti sono stati ottenuti grazie ad Alonso e alle strategie ai box. Lo spagnolo è da rivedere con una macchina da prima fila e soprattutto quando deve superare un avversario.

Felipe Massa: 4
L’anno scorso gli avevo messo 5½ sperando in 2011 migliore. Ahimè, il brasiliano non si è più ripreso dall’incidente del 2009. Le sue prestazioni sono deludenti. Non si capisce perché la Ferrari non cerchi un’alternativa migliore. Massa non è più un top driver.

Mercedes: 7
Il team tedesco ha migliorato un po' le prestazioni, ma è ancora distante da Red Bull, McLaren e Ferrari. E’ migliorata solo l’affidabilità.

Nico Rosberg: 7
Il pilota tedesco ha vinto il confronto con Michael Schumacher in qualifica. In gara non è stato incisivo come l’anno scorso. Rosberg ottiene sempre dei piazzamenti, ma non riesce mai a vincere. Lo riscrivo quest’anno. Sembra quasi l’Alesi del ventunesimo secolo, ovvero un pilota eternamente piazzato che non riesce ma a vincere.

Michael Schumacher: 7-
Il sette volte campione del mondo ha dimostrato di essere ancora un pilota veloce. Schumacher ha disputato due gare bellissime in Canada e in Italia. Rosberg è rimasto un problema in qualifica, ma non in gara. Quest’anno il tedesco gli è stato spesso davanti.

Renault: 6½
La squadra franco-olandese è stata una delle delusioni del campionato. Dopo un inizio positivo, la Renault è sprofondata a centro gruppo e non si è più rialzata. Non è stata solo colpa dei piloti.

Nick Heidfeld: 6
Il pilota tedesco ha iniziato molto bene, poi è stato travolto dalla crisi tecnica del team.

Bruno Senna: 5
E’ arrivato al momento sbagliato nel team sbagliato. Dopo l’ottima qualifica in Belgio, il pilota brasiliano non è stato più incisivo.

Vitaly Petrov: 6--
Il pilota russo aveva iniziato con un ottimo podio in Australia, poi è stato travolto dalla crisi tecnica del team. Non è stato confermato dal team. Nel 2012 potrebbe non esserci in F1.

Force India: 7
Il team malese ha disputato un ottimo campionato. Nel finale di stagione la scuderia ha “rischiato” di finire davanti alla Renault. Bene Sutil. Buona stagione anche per Di Resta.

Sauber: 7-
Il team svizzero si è confermato a centro gruppo. Tutto sommato la stagione è stata positiva. Kobayashi non ha dato spettacolo come nel 2011, ma ho portato a casa diversi piazzamenti. Bene l’esordiente Perez. Nel 2012 il team potrebbe fare il salto di qualità.

Toro Rosso: 7-
Il team si è confermato a centro gruppo. La scuderia italiana puntava a superare la Sauber nel mondiale costruttori. Non ci è riuscita. Buemi e Aguersuari hanno portato a casa diversi punti. Di più non potevano fare.

Williams: 5
Il team di Frank Williams ha “sfornato” la peggior monoposto della sua storia. Solo 5 punti conquistati. Una miseria. Forse la Williams è entrata in una crisi tecnica senza ritorno. Barrichello e Maldonado sono ingiudicabili.

Lotus: 4½
Il team malese si è confermato un disastro. Oltre ad essere lenta, la macchina non era nemmeno affidabile. Trulli e Kovalainen hanno passato una stagione da incubo. Sperano in 2012 migliore, ma a questo punto nessuno ci crede.

Virgin e Hispania Racing: 3-
Due squadre inutili e senza nessuna prospettiva per il futuro. Piloti ingiudicabili. Non potevano dare nulla di più.

0 commenti: