09/10/12

Una gara della Formula Indy a Napoli? De Magistris dice no

Barrichello a Belle IsleGli americani sono affascinati dalla città di Napoli. Per questo motivo gli organizzatori della Formula Indy vorrebbero far “sfrecciare” le monoposto sulle strade del capoluogo campano. La location scelta sarebbe il lungomare “liberato” da Luigi De Magistris. A spingere per una tappa a Napoli del campionato di Formula Indy è la Regione Campania.

L’assessore regionale all’Urbanistica Marcello Taglialatela ha chiesto e ottenuto il sostegno degli imprenditori Paolo Scudieri e Paolo Pagliara nonché del campione del mondo di calcio, Fabio Cannavaro. Il progetto è morto ancora prima di nascere. Il sindaco di Napoli si sta opponendo con tutte le sue forze al progetto. De Magistris ha dichiarato “Abbiamo un progetto di città che non ci consente di fare il premio Indy sul lungomare. Non facciamo battaglie ideologiche, semplicemente per via Caracciolo abbiamo altre idee”. Il progetto sarebbe la trasformazione di via Caracciolo in una strada da passeggio con la costruzione della piazza della Libertà(un’altra?).

A settembre del 2013 la Formula Indy avrà una tappa in Italia, al Mugello, l'autodromo toscano di proprietà della Ferrari. Nel 2014 il campionato americano potrebbe far tappa a Salerno, altra location scelta dalla Regione Campania. Napoli rischia di perdere un’occasione unica. Oltre alla visibilità mediatica, l’accordo sarebbe molto vantaggioso per la città: gli organizzatori italiani non dovrebbero pagare nessuna tariffa alla categoria che, anzi, sembra disposta a impegnarsi in prima persona nella riqualificazione del lungomare. Mica come la Coppa America di Vela, che è costata ai napoletani ben 16 milioni di euro.

0 commenti: