11/11/14

Il titolo si decide ad Abu Dhabi

Rosberg precede Hamilton nel gran premio del Brasile 2014Chi sarà il successore di Sebastian Vettel nell’albo d’oro? La risposta l’avremo solo dopo la conclusione del gran premio di Abu Dhabi, ultima gara del campionato 2014 di Formula 1. Dopo una stagione all’insegna della Mercedes, con la nuova formula si arriva all’ultima gara di Yas Marina che garantisce doppio punteggio. Lewis Hamilton ha 17 punti di vantaggio sul compagno di squadra Nico Rosberg.

Con il vecchio regolamento il pilota inglese avrebbe potuto lasciar vincere il Rosberg e arrivare sesto. Sarebbero arrivati entrambi a 342 punti, ma Hamilton avrebbe vinto il Mondiale per maggior numero di vittorie. Con la regola dei doppi punti nell’ultima gara se Rosberg dovesse vincere, Hamilton deve arrivare necessariamente secondo. Dal terzo posto in giù darebbe lo scettro a Rosberg. Di certo non mancherà la suspense ad Abu Dhabi. Speriamo solo che la Mercedes porti due monoposto affidabili. Sarebbe il colmo se uno dei due dovesse abdicare per un problema tecnico. Come sarebbe la classifica con la regola degli scarti al posto del doppio punteggio all’ultima gara?

Per chi non lo sapesse, dal 1985 al 1990 erano considerati validi i migliori 11 risultati conseguiti su 16 gran premi. La regola fu decisiva solo nel 1988, quando Alain Prost(McLaren) conseguì 11 punti in più rispetto al suo compagno di squadra Ayrton Senna, ma ne dovette scartare 18, contro i 4 del rivale, che così vinse il suo primo titolo per 90 punti contro 87. Oggi Hamilton sarebbe già campione del mondo con la regola degli scarti. Il pilota inglese scarterebbe 3 ritiri e due terzi posti(30 punti), mentre Rosberg metterebbe da parte due ritiri, due secondi posti e un quarto posto per un totale di 48 punti. In classifica avrebbero rispettivamente 304 e 269 punti.

0 commenti: