27/06/10

GP d’Europa: Domina Vettel

Hamilton cerca di superare Vettel Sebastian Vettel(Red Bull) vince un caotico gran premio d’Europa. Il pilota tedesco ha vinto senza forzare più di tanto, complice anche alcune scelte scellerate fatte dai commissari di gara. Vettel è alla seconda vittoria stagionale, la settima in carriera. La Red Bull ottiene la decima vittoria della sua storia, la quarta stagionale.

Alla partenza Webber(Red Bull) parte male dalla seconda posizione. In testa c’è un contatto alla prima curva tra Vettel e Hamilton(McLaren). Alla fine del primo giro le due Ferrari di Alonso e Massa transitano in terza e quarta posizione, mentre Webber è solo nono.Al settimo giro, il pilota australiano decide di andare ai box per cambiare le gomme. Webber rientra in pista nelle ultime posizioni. All’ottavo giro si ritrova dietro la Lotus di Kovalainen. Complice un incomprensione, Webber “decolla” sopra l'auto del finlandese, schiantandosi contro le barriere. Per fortuna il pilota australiano esce indenne dall’incidente. Al nono giro entra la safety car.

La neutralizzazione della gara sconvolge la classifica. L'auto di sicurezza entra con ritardo in pista, alle spalle del leader Vettel e davanti ad Hamilton. Il pilota inglese supera la safety car, mentre le Ferrari e il resto del gruppo no. Avendo pista libera, Vettel e Hamilton guadagnano una ventina di secondi prima di rientrare ai box. Tutti i top driver entrano ai box ad esclusione di Kobayashi(Sauber). Al rientro in pista, Vettel conduce davanti ad Hamilton, Kobayashi, Button(McLaren), Barrichello(Williams), Kubica(Renault), Buemi(Toro Rosso), Sutil(Force India), Hulkenberg(Williams) e il “povero” Alonso. Massa è addirittura quindicesimo.

La gara riparte al 13esimo giro. Alonso supera subito Hulkenberg. Dopo tante polemiche al 23esimo giro arriva il drive through per Hamilton. Il pilota inglese entra ai box al 25esimo giro. Era secondo e rimane secondo davanti a Kobayashi. La gara va avanti senza ulteriori emozioni fino a quattro giri dal termine, quando Kobayashi entra ai box per cambiare le gomme. Il pilota giapponese rientra in pista in nona posizione dietro ad Alonso. A due giri dal termine, Kobayashi supera Alonso. Il pilota spagnolo dimostra ancora una volta dei limiti nei duelli. Il giapponese non si ferma e all’ultima curva supera anche Buemi.

Vettel vince davanti a Hamilton, Button, Barrichello, Kubica, Sutil, Kobayashi, Buemi, Alonso e De La Rosa(Sauber). La classifica della gara è sub judice, perché Button, Barrichello, Kubica, Sutil, Buemi, De La Rosa, Petrov e Liuzzi sono sotto inchiesta per aver infranto il limite di tempo minimo da tenere dietro la Safety Car. Button è autore del giro più veloce in gara con il tempo di 1:38.766.

Aggiornamento: Button, Barrichello, Kubica, Sutil, Buemi, De La Rosa, Petrov e Liuzzi sono stati penalizzati di 5 secondi.

Pos Nr Pilota Team Tempo Media
1 5 Vettel Red Bull 1:40:29.571 184,420
2 2 Hamilton McLaren +5.042 184,266
3 1 Button * McLaren +12.658 184,186
4 9 Barrichello * Williams +25.627 183,792
5 11 Kubica * Renault +27.122 183,746
6 14 Sutil * Force India +30.168 183,654
7 23 Kobayashi Sauber +30.965 183,478
8 8 Alonso Ferrari +32.809 183,422
9 16 Buemi * Toro Rosso +36.299 183,468
10 4 Rosberg Mercedes +44.382 183,073
11 7 Massa Ferrari +46.621 183,005
12 22 De La Rosa * Sauber +47.414 183,132
13 17 Alguersuari Toro Rosso +48.239 182,957
14 12 Petrov * Renault +48.287 183,106
15 3 Schumacher Mercedes +48.826 182,939
16 12 Liuzzi * Force India +50.890 183,027
17 25 Di Grassi Virgin +1 lap 178,512
18 20 Chandhok Hispania Racing +2 laps 177,705
19 24 Glock ** Virgin +2 laps 177,826
20 21 Senna Hispania Racing +2 laps 176,825
21 18 Trulli Lotus +4 laps 169,438
22 10 Hulkenberg Williams +8 laps 181,622
23 19 Kovalainen Lotus +49 laps 179,451
24 6 Webber Red Bull +49 laps 179,186

* Penalizzati di 5 secondi per aver superato il tempo sul giro minimo consentito in regime di safety car.
** Penalizzato di 20 secondi per aver ignorato le bandiere blu.

0 commenti: