26/10/10

La Red Bull cambia strategia. Ordini di scuderia in Brasile

Le due Red Bull nel gran premio della CoreaDopo il disastroso gran premio della Corea, la Red Bull si ritrova ad inseguire Alonso con entrambi i piloti nel mondiale. Webber è a 11 punti da Alonso, mentre Vettel è a 25. La cosa più logica, sarebbe quella di utilizzare gli ordini di scuderia negli ultimi due gran premi per favorire Mark Webber.

Chris Horner, team manager del team, non ha escluso di usare questa tattica in Brasile. Horner ha detto “Non ho avuto il tempo di fare tutti i calcoli possibili e valutare i diversi scenari ma è un qualcosa che analizzeremo attentamente da qui al Brasile. Ovviamente l’obiettivo per entrambi è stare davanti a Fernando e Lewis, un obiettivo raggiunto in qualifica in Corea”.

Il team manager del team però non sembra entusiasta di definire Webber il pilota numero 1 della Red Bull. Horner ha detto “Come avete visto il leader del campionato è cambiato tre volte in tre differenti fasi della gara, e abbiamo regalato 25 punti a Fernando Alonso, il che è frustrante. Questo campionato non sarà finito fino all’ultimo giro ad Abu Dhabi. Mark è secondo in campionato e ora Sebastian è quarto, ma c’è ancora solo una gara di distacco tra Sebastian, quarto, e Alonso primo. E quante volte è capitato di assistere a rimonte in questo mondiale? Quindi è impossibile prevedere cosa accadrà in Brasile e ad Abu Dhabi”.

Leggendo tra le righe sembra quasi che la Red Bull attuerà gli ordini di scuderia in favore di Vettel. In pratica farebbero un vero e proprio harakiri a tutto vantaggio del ferrarista Alonso. La Red Bull è il classico esempio di come buttare all’aria un mondiale per la troppa presunzione.

0 commenti: