14/06/11

La saga degli errori della Ferrari

Alonso e Massa nel gran premio del Canada 2011La prima parte del campionato di Formula 1 ha già assegnato il titolo della squadra più deludente. Questo “premio” virtuale va senz’altro alla Ferrari. La Scuderia di Maranello aveva fatto un ottimo precampionato. Prima del mondiale tutti si aspettavano una Ferrari duellante con la Red Bull. Sappiamo poi come sono andate le cose.

Nel gran premio del Canada la Ferrari ha sprecato una grossa occasione per tornare alla vittoria. Gli errori dei piloti e le tattiche sbagliate al muretto hanno fatto svanire un podio sicuro, se non anche una vittoria. Da due anni a questa parte gli strateghi del muretto non ne azzeccano una. E’ colpa loro se Alonso ha perso il titolo 2010. E pensare che all’epoca del trio Todt-Brawn-Schumacher la Ferrari aveva il suo punto di forza sulle strategie.

Vi sbagliate di grosso se pensate che la Ferrari abbia smesso di fare errori. La Scuderia di Maranello ha dichiarato che giudicherà le sue possibilità di vincere il campionato dopo il gran premio di Silverstone. Cosa significa? La Ferrari potrebbe smettere di sviluppare la F150 Italia se Alonso e Massa avranno troppi punti di ritardo rispetto a Vettel. Una cosa analoga fu fatta nel 2009 per sviluppare la vettura 2010. La scelta si rilevò sbagliata.

Un discorso a parte meritano anche i piloti. Massa fa quel che può. Dopo l’incidente in Ungheria nel 2009 il brasiliano non si è più ripreso. Massa ha perso velocità e soprattutto commette più errori di prima. Ultimo quello in Canada. Alonso è un pilota sopravvalutato. Lo spagnolo ha dei grossi problemi quando deve superare un avversario. Nell’ultima gara si è fatto buttare fuori da Button come se fosse l’ultimo dei piloti.

2 commenti:

  1. Anche voi malati di Ferrari? Allora vi consiglio Kaspersky Internet Security Special Ferrari Edition, il software che consente di navigare sicuri in Internet e che offre la possibilità di giocare con il video-simulatore ufficiale Ferrari Virtual Academy.

    RispondiElimina
  2. Appassionato si. Malato no. Ti ringrazio, ma non mi interessa...

    RispondiElimina