08/10/14

Perché non introdurre la bandiera arancione?

Formula One World ChampionshipL’incidente di Jules Bianchi al 44esimo giro del gran premio del Giappone ha fatto tornare di attualità il problema sicurezza in Formula 1. Il pilota francese della Marussia si è schiantato contro la gru che stava rimuovendo la Sauber di Adrian Sutil, uscita nello stesso punto il giro prima. L’incidente era evitabile se fosse entrata in pista la safety car. Perché Charlie Whiting non ha dato il segnale SC?

Forse il direttore di gara non voleva far terminare la gara in regime di safety car. Il vincitore Hamilton ha concluso i 44 giri(la gara si concludeva al 51esim giro) in 1:51:43, vale a dire a 8 minuti e 17 secondi dal limite delle due ore. Con l’ingresso della safety car ci sarebbero voluti almeno tre giri per il riallineamento e, considerando che un giro dietro la macchina di gara si faceva in 2:50, non ci sarebbe stato il tempo per la bandiera verde. La vettura di Sutil poteva essere rimossa in quel modo in condizioni “normali”, ma in quel momento la pista era diventata nuovamente scivolosa per colpa della pioggia. La safety car non può entrare in pista ogni volta che si deve rimuovere una monoposto, forse sarebbe il caso di introdurre la bandiera arancione. La nuova bandiera potrebbe essere utilizzata quando ci sono commissari e mezzi che rimuovono una vettura a bordo pista. Che funzione avrebbe? I piloti devono azionare il limitatore di velocità che viene utilizzato quando si percorre la pitlane; alla prima bandiera gialla il limitatore viene disattivato e si procede normalmente fino alla bandiera verde. Semplice no?

0 commenti: